Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
14 gennaio 2010 4 14 /01 /gennaio /2010 16:29




"Il Signor Coremans al tiro nazionale" di Félicien Rops


 

 Félicien Rops, "Il signor Coremans al tiro nazionale", Almanach d’Uylenspiegel pour 1861.
© Bibliothèque royale de Belgique – ‘Belgica’ – 2009.



Conosciamo Félicien Rops (1833-1898) come il solforoso disegnatore di origine belga le cui opere erotiche fecero scandalo alla fine del XIX secolo, ma si sa anche che egli si era dedicato occasionalmente all'arte sequenziale? Un esempio risorge oggi grazie al sito Belgica, appendice digitalizzata della Biblioteca reale del Belgio: l’Almanach d’Uylenspiegel pour 1861, interamente disegnato da Rops, e   scaricabile. Si troveranno nelle ultime pagine (da 37 a 64) una storia ad immagini intitolata Il Signor Coremans al tiro nazionale [1].




Il Signor Coremans lascia la sua famiglia per la stazione di Jodoigne.
© Bibliothèque royale de Belgique – ‘Belgica’ – 2009.



La storia è quella della spedizione di un borghese belga che lascia la sua provincia per recarsi a Bruxelles. Il Signor Coremans, assessore di Jodoigne, vi passa la giornata, il tempo di compiere il suo dovere di guardia civica e di esercitarsi al tiro [2].


Queste tribolazioni urbane sono il pretesto per Rops di una visita guidata nella capitale belga dell'epoca e dei suoi luoghi più significativi del momento: i suoi caffè e taverne (il Café suisse, il Lion-Belge, La Faille Déchirée, le Mille-Colonnes), i suoi monumenti come la colonna del Congresso, la sua esposizione delle belle  arti [3] o i suoi teatri. Alle Mille-Colonnes, il cittadino di Jodoigne si accosta anche al mondo letterraio di Bruxelles [4].



Il Signor Coremans sale alla colonna del Congresso.
© Bibliothèque royale de Belgique – ‘Belgica’ – 2009.



La città di Bruxelles di Rops è piena di riferimenti oscuri e di personaggi oggi dimenticati. Malgrado ciò,  vi si sprigiona ancora un certo umorismo da questa spedizione di un notabile di provincia, che, lungi dagli occhi della sua famiglia e dei suoi concittadini, ne approfitta allegramente.


E, a ben guardare, questa passeggiata nella capitale non è così innocente come sembra. Infatti, per tutta la storia, Félicien Rops moltiplica le allusioni erotiche per svelare il doppio scopo di questo viaggio. Questa scappata a Bruxelles rivela in realtà il satiro che sonnecchia nel Signor Coremans!


Perché la lussuria percorre, tutta la storia di Rops: sin dal suo arrivo, il Signor Coremans crea un incidente diplomatico sollevando per distrazione la veste di una giovane tuttista inglese. Poi, dopo aver visitato la cugina di sua moglie e suo marito, fa visita alla colonna del Congresso, monumento fallico come pochi. Durante la salita, la ristrettezza e la ripidità della scala essendo di molto aiuto, il naso del Signor Coremans si ritrova incollato sotto le vesti della sua parente. All'esposizione delle belle arti, i modelli femminili fanno "nascere delle idee rosa ma colpevoli in un uomo sistemato e padre di sette figli". Dopo aver compiuto il suo dovere civico ed essersi fatto espellere da un caffè, Coremans si ritrova alle Nouveautés dove assiste ad uno spettacolo di Rigolboche, famosa ballerina di French cancan durante il secondo Impero. Dopo la rappresentazione, si traveste in ragazzo del coro per poter accedere all'artista che egli invita a cena. L'elasticità della ballerina lascerà il nostro eroe sul lastrico.


Durante la sua giornata, il Signor Coremans moltiplica moltiplica misteriose andate e ritorni tra l'alto ed il basso della città. Cosa fa? "Amore e mistero!" ci dice semplicemente Rops. Il passeggiatore solitario ricerca probabilmente la compagnia di prostitute. Il va e vieni regolare di questo agrimensore  frenetico ritma il raccontodella sua aterzata a Bruxelles. Risuona come la manifestazione topografica del suo desiderio insoddisfatto, come l'esperienza psicogeografica di un coito su scala urbana! Alla luce di questa interpretazione, è tutta l astoria che sembra essere contaminata in modo sottostante dagli spostamenti del Signor Coremans: così, la pagina dove si vede il nostro eroe allontanarsi facendosi piccolo piccolo, vignetta dopo vignetta (vedi p. 41 qui in alto), imaginerebbe la salita del suo desiderio a mano a mano che si distacca dal suo focolare familiare. Questa tensione sessuale è evidentemente al suo colmo alla sommità della colonna del Congresso, dopo aver effettuato un'altra delle sue traslazioni significative, ma questa volta in modo verticale.


 

Amore e Mistero!
© Bibliothèque royale de Belgique – ‘Belgica’ – 2009.


Il nostro eroe non è dunque soltanto a Bruxelles per tirare un colpo in nome del suo dovere civico... Ma la sua spedizione alla capitale rimarrà platonica. Messo da parte un casto bacio sugli spivali del suo sovrano in cima alla colonna del Congresso, il Signor Coremans non scaricherà il suo fucile.


All'alba, Coremans, alticcio e solitario, erra per le strade di Bruxelles. Finisce con il farsi arrestare da un agente di polizia che lo spedisce a casa con il convoglio del bestiame dove trova con asino e maiale un'ultima compagnia degna di lui... [5]. Di ritorno a casa, il Signor Coremans sembra ricompensato per il suo "eroismo civico" (e la sua virtù preservata?) essendo eletto borgomastro di Jodoigne.



Le retour du héros !
© Bibliothèque royale de Belgique – ‘Belgica’ – 2009.



Allora, "il Signor Coremans al tiro nazionale": fumetto cripto-pornografico? Annuncia ad ogni modo le tematiche future dell'opera di Féliciens Rops disegnatore ed incisore. L'artista sarà molto più esplicito, pur rimanendo nell'allegoria, quando invocherà la lussuria. Accantonata questa tematica libidinosa sino ad allora inesplorata nella 9a Arte [6], Il Signor Coremans al tiro nazionale non ledela produzione delle storie ad immagini intorno al 1860. Anche se dà prova di personalità, il tratto del giovane Rops fa anche pensare ai suoi maestri i quali sarebbero Cham e Gustave Doré, di cui inoltre alcune procedure comiche. Inoltre, la tematica del viaggio umoristico è ricorrente nei fumetti disegnati del XIX secolo. Monsieur Coremans trova così facilmente il suo posto lella scia di quei viaggiatori ridicoli, tra il  Docteur Festus di Rodolphe Töpffer e Agénor Fenouillard di Christophe.


Prima del Signor Coremans


Rops, studente, aveva già prodotto in questo genere sequenziale qualche anno prima di Il Signor Coremans al tiro nazionale. Nel suo Catalogo ragionato dell'opera incisa e litografata di Félicien Rops [7], Eugène Rouir riproduce delle pagine di due altre storie ad immagini dell'artista. Entrambe sono precedenti al Il Signor Coremans al tiro nazionale e furono pubblicate in Crocodile, una rivista satirica edita dagli studenti dell'Università libera di Bruxelles, apparso dal 1853 al 1859: Les époux van Blague [Gli sposi Van Blague], del 1853 e Le juif errant et ferré [L'ebreo errante e ferrato], del 1854 [8]. È da osservare che la prima riprende l'impaginazione tipica degli albi a stampa di Rodolphe Töpffer.


Queste storie datano dell'epoca in cui Rops, egli stesso iscritto all'Università Libera di Bruxelles dal 1850, frequenta gli ambienti studenteschi intellettuali, libellistici ed artistici della capitale belga. Trova rapidamente il suo posto  nei circoli come la Société des Joyeux  [Società dei Felici] ed il Cercle des Crocodiles [Circolo dei Coccodrilli] . Ne diventa il disegnatore ufficiale e si inizia con talento alla litografia. Consegna delle caricature feroci al Charivari Belge  ed all'Uylenspiegel, che egli fonda con Charels de Coster nel 1856.

 

Anche se, sull'esempio di Gustave Doré, abbandona rapidamente questo genere, Félicien Rops viene oggi ad ingrossare le fila dei numerosi artisti (più o meno noti) del XIX secolo che hanno effettuato della letteratura disegnata. Non dubitiamo che resta a scoprire in queste riviste studentesche altre pepite sequenziali di questo genere.

 



Antoine Sausverd

 


 



NOTE

 

[1] Félicien Rops, "M. Coremans au tir national", in: Almanach d’Uylenspiegel pour 1861, Bruxelles, L’Office de Publicité, 1861, p. 37-64.

 

[2] La Guardi acivica è la milizia creata nel giovane Belgio indioendente nell'ottobre 1830. Organizzata a livello comunale, è composta di cittadini e la sua missione è di "mantenere l'obbedienza alle leggi, conservare o ristabilire l'ordine e la pace pubblica, assicurare l'indipendenza del Belgio e l'integrità del suo territorio". Situata a place Dailly, il sito del tiro nazionale permanente è creato nel 1859 per permettere ai tiratori della Guardia Civica di esercitarsi.

 

[3] Queste persone che Coremans incontra allora sembrano essere dei conoscenti di Rops, come ad esempio Bertram editore dell'Almanach d’Uylenspiegel.

 

[4] Più tardi il maiale rappresenterà l'uomo bestiale o la lussuria. Vedere a questo proposito i suoi due celebri disegni del 1878:


La Signora dei porci


 

Rops--la-Signora-dei-Porci--da-Pornocrate.jpg

 

 

 

 

 

e Le tentazioni di sant'Antonio:

 

 


 

 

rops_-_la_tentation_de_saint_antoine.jpg

 

[5] Les amour de Monsieur Vieux Bois di Rodolphe Töpffer (1837), rappresentano una parodia del romanticismo.

 

[6] Eugène Rouir, Félicien Rops, Catalogue raisonné de l’oeuvre gravé et lithographié, C. Van Loock, Bruxelles, 1987.

 

[7] Queste due storie sono apparse rispettivamente nel n° 40 del 20 novembre 1853 e nel n° 14 del 2 aprile 1854.

 

[8] Sfortunatamente, non possediamo riproduzioni di queste pagine.

 

 

 

 

 

[Traduzione di Massimo Cardellini]

 

 


LINK al post originale:
M. Coremans au tir national


Per materiali relativi ai protofumetti rimandiamo alla categoria relativa nel presente blog:
Protofumetti

Per materiale storico e critico relativo al protofumetto rimandiamo alla categoria relativa nel presente blog:
Saggio storico sul protofumetto

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Letteratura&Grafica
  • Letteratura&Grafica
  • : Documentazione dei processi di sintesi e di interazione profonda tra arte grafica e letteratura nel corso del tempo e tra le più diverse culture.
  • Contatti

Link