Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
10 novembre 2009 2 10 /11 /novembre /2009 12:11


La Signorina Maria Senza cura














IV

LA TOILETTE DI MARIA SENZA-CURA


Maria Senza-Cura deve andare a far vista, con il suo papa e la sua mamma, a delle graziose ragazzine sue amcie. Per queste le viene fatta indossare una bella gonna bianca con dei magnifici ricami. Le si raccomanda di avere molta cura. Lei promette tutto quel che le viene richiesto per quanto sia felice di essere così bella.

Durante la colazione, Maria Senza-Cura non pensa più alla sua promessa. Dimentica di indossare il tovagliolo e non si prende il disturbo di prendere un piatto per riporvi il suo uovo e il suo portauovo.









Maria Senza-Cura si distrae sempre per un nonnulla. Una mosca che vola, il gatto che si lecca la zampa, guarda ogni cosa tranne ciò che andrebbe guardato. E così, ecco l'uovo rovesciato, il bianco ed il giallo, che macchiano orribilmente la graziosa gonna bianca.

Povera Maria Senza-Cura!

Il portauovo è rotto, la colazione è sul pavimento, la gonna è diventata gialla! Cosa Fare?

Maria Senza-Cura vuole lavare la sua gonna. Ma sempre senza cura, invece della caraffa, prende la bottiglia del vino.

Ah! mio Dio, che cosa spaventosa!









Che orribile piccola sudiciotta è questa Maria Senza-Cura!

Papa e mamma, indignati, lasciano la figliolina a casa.

Il buon padrino è desolato nel vedere Maria Senza-Cura in un così pessimo stato, e questo per colpa sua. Lui che svuota sempre, prima di partire, le sue tasche straccolme di caramelle e di gioiellini, questa volta, se ne va, con le tasche piene come quando era entrato.








Ed ha un aspetto molto afflitto, perché si chiede cosa ne sarà in futuro di una bambina così senza cura.










Maria Senza-Cura, dispiaciuta si reca in cortile e si sporca ancora di più accarrezzando un grosso animale che non è molto più pulito né molto più curato di lei.

Quando vede la sua tata, fugge via così maldestramente, che il vento che ha richiuso la porta sulla sua gonna e  gliela strappa. Non andrà a passeggiare. È giusto!



[Traduzione di Massimo Cardellini]


LINK all'opera originale:
M.elle Marie Sans-Cure


LINK interni concernenti lo stesso autore:
Georges le distrait, 1889, [Giorgino il distratto]



Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Letteratura&Grafica
  • Letteratura&Grafica
  • : Documentazione dei processi di sintesi e di interazione profonda tra arte grafica e letteratura nel corso del tempo e tra le più diverse culture.
  • Contatti

Link