Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
9 aprile 2009 4 09 /04 /aprile /2009 07:37



Sole di Primavera

 

 

 Pierre Bonnard e Alfred Jarry, Soleil de Printemps, Le Canard sauvage, n°1, 21 marzo 1903.

 







 





Questo Sole di primavera di stagione fu pubblicato per la prima volta esattamente 106 anni fa, nel primo numero della rivista Le Canard sauvage del 21 marzo 1903 [1]. È frutto della collaborazione di due amici: Pierre Bonnard (1867-1947) e Alfred Jarry (1873-1907). Il primo è illustratore e pittore, noto per appartenere al gruppo dei Nabis [2]; il secondo, poeta e romanziere, creatore del celebre père Ubu e della Patafisica [3].

A guardare bene, questa pagina somiglia più ad una poesie illustrata che ad una storia ad immagini come se ne potevano trovare sulla stampa illustrata dell'epoca. I versi di Jarry, separati da un trattino, si succedono sulla riga. Ed i disegni di Bonnard si intercalano seguendo, come possono, lo svolgimento della prosa. Ma non impedisce, ad ogni vignetta risponda al suo (o suoi versi), e viceversa.

Flirtando ancora con la sequenzialità delle immagini, noteremo
un'altra associazione tra questi due amici precedente a questa. Nel 1901 appariva L'Almanach du Père Ubu (XXe siècle) [L'Almanacco di Padre Ubu] [4]. L'illustratore presta la sua penna per dare forma  a Padre Ubu nel corso dei differenti testi che compongono quest'opera. In Ubu colonial [Ubu coloniale], una doppia pagina di disegni si contraddistingue per le vignette fuori testo ed altri ornamenti che bonnard ha sinora disegnati nell'Almanacco.

 

Ubu colonial (Ubu coloniale), L’Almanach illustré du Père Ubu (L'Almanacco illustrato di Père Ubu), 1901, p. 42-43.

 

 


Queste due tavole di Bonnard corrispondono al passaggio del testo nel quale Padre Ubu, di ritorno da una "rovinosa esplorazione coloniale a spese del governo francese", racconta che in Africa lo struzzo "è molto abbondante"; "siamo molto stupiti di non averne catturati di più perché abbiamo osservato esattamente tutte le ricette raccomandate a proposito di questa caccia nei nostri libri di cucina e soprattutto quella che consiste nel nascondere la testa sotto una pietra". Al che il suo uditore, Fourneau, risponde: "Avrete letto senza dubbio: chasse aux truffes [la ricerca dei tartufi].

 

La doppia pagina di Bonnard illustra la tecnica di caccia del Grande Maestro della Gidouille. Si comprende meglio lo scarso successo del cacciatore perché, del volatile o dell'uomo, non si sa chi dimostra di essere il più intelligente, i due si neutralizzano nel finale...

 

 


NOTE
 


[1] Questo primo numero, sfortunatamente scannerizzato in bianco e nero, è integralmente consultabile su Gallica.

[2] I Nabis, parola ebraica che significa I Profeti, erano un gruppo artistico dell'avanguardia parigina di fine Ottocento (1888) nato in reazione alla pittura accademica, movimento durato sino ai primi anni del XX secolo e che può essere considerato tramite verso l'art nouveau. Gli artisti del movimento soprattutto Sèérusier, Bonnard, Cazalis, Ranson, Denis, Vuillard, Ibels, Verkade, Ballin, Lacombe, Rippl-Ronai, Vallotton, si caratterizzarono per una concezione sacrale dell'arte che li portò a darsi un nuovo nome nel momento di adesione al movimento.
I Nabis furono influenzati dall'opera e dalla personalità di Gaugin mostrando anche interesse per le arti orientali soprattutto del Giappone. Il loro stile si caratetrizza per la disposizione piatta ed uniforme del colore, l'uso puro dei colori come uscito dai tubetti e disposto sulla tela, l'assenza di prospettiva e l alinea dell'orizzonte molto alta nei loro dipinti.

[3] È bene evidenziare che, 54 anni dopo la sua apparizione in Le Canard sauvage, questa tavola fu oggetto di una pubblicazione interna al Collège de Pataphisique [Collegio di Patafisica], nel XIII numero della collezione Haha, l'8 assoluto dell'anno 85 (anno volgare 15 settembre 1957): 
http://www.college-de-pataphysique.org/PI-1//pub-28.html

[4] Quest'Almanacco è scaricabile dal sito 
www.alfredjarry2007.fr





[Traduzione di Massimo Cardellini]


Link:
Soleil de Printemps

 

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Letteratura&Grafica
  • Letteratura&Grafica
  • : Documentazione dei processi di sintesi e di interazione profonda tra arte grafica e letteratura nel corso del tempo e tra le più diverse culture.
  • Contatti

Link