Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
8 febbraio 2009 7 08 /02 /febbraio /2009 20:01

冨嶽三十六景




 Trentasei vedute del Monte Fuji.



Le Trentasei vedute del Monte Fuji, malgrado il titolo, sono in realtà una serie di quarantasei stampe realizzate dal grandissimo artista Katsushika Hokusai [1769-1849], ed edite in Giappone tra il 1831 e il 1833 dall'editore Nishimuraya Yoachi. Esse consistono in rappresentazioni del Monte Fuji visto da province diverse ed in stagioni differenti. Le prime tre stampe sono quelle più famose e conobbero immediatamente un grande successo. La prima stampa rappresenta il monte Fuji visto dal mare mentre una gigantesca onda comparsa all'improvviso rischia di travolgere delle imbarcazioni di pescatori.





                  1. La grande onda di Kanagawa.


La xilografia, intitolata La grande onda di Kanagawa, in cui il blu di Prussia domina quasi incontrastato, è la prima delle incisioni di questa celebre serie di Hokusai che contribuì enormemente a dare una meritata fama mondiale al maestro giapponese dell'incisione su legno, verso la fine della sua vita. La xilografia, è una tecnica artistica nota in giappone con il nome di nishiki-e. Oggi di proprietà del Metropolitan Museum of Art di New York. Il monte Fuji, a cui questa serie è dedicata, quasi si confonde con le grandi onde del mare in tempesta sullo sfondo di un cielo scuro che contribuisce un po' a porlo in evidenza. La bellezza di questa celeberrima stampa sta anche tutta nel drammatico contrasto, naturale ed umano, tra il dinamismo della gigantesca onda, praticamente uno tsunami, e la staticità maestosa del lontano monte Fuji, che come una divinità olimpica sembra quasi assistere impassibile all'intera scena.




 

2. Il Fuji durante il tempo sereno (Il  Fuji rosso).



Nella seconda stampa, il monte Fuji, dipinto di un rosso bruno molto suggestivo che verso la cima diventa un marrone scuro, presenta ancora delle lunghe strisce di neve. Esso sembra slanciarsi verso l'immensità di un cielo azzurro in cui compaiono isolati banchi di nuvole. Nel complesso la scena si presenta statica dando così maggior rilievo alla maestosità del vulcano estinto che sembra scaturire da un bosco verdeggainte posto ai suoi piedi. I colori molto netti e quasi privi di sfumature nel complesso però formano una rappresentazione armoniosa e solenne, se non sacra.






 

3. Il temporale sotto la cima.



Nella terza stampa, il monte Fuji è il protagonista incontrastato. Persino il cielo sembra più piccolo di esso. Questa volta, visto che è in corso un temporale, la luce è presenta unicamente nella parte superiore del disegno, la parte inferiore è infatti immersa in un marrione tendente al nero lacerato da un fulmine di gigantesche dimensioni e raffigurato molto ramificato e di un brillante colore rosso che dà un tocco di sapiente equilibrio all'intera composizione.








4. Il Fuji visto da sotto il ponte di Mannen a Fukagawa.

Fukagawa (深川市; -shi), città situata nella sottoprefettura di Sorachi sull'isola di Hokkaidō, quest'ultima essendo a sua volta una delle otto prefetture (道; ) dell'intero Giappone. Si tratterebbe dell'isola più settentrionale del Giappone, cioè della celebre terra di origine del popolo ainu, la strana ed inquietante gente del Giappone dalla pelle bianca, usi, costumi e concezioni religiose del tutto diverse da quelle dei loro connazionali di pelle gialla. Il ponte, gremito di folla, costruito in un unica arcata sostenuta da due pilastri di robusti tronchi saldati tra di loro da travi e lagati da grandi corde, sembra quasi un arcobaleno costruito dall'uomo. Dai due pilastri il monte Fuji è visto in lontananza, delle barche di pescatori solcano le acque ed un pescatore solitario sedute su una delle grandi pietre che si protendono nel fiume sorveglia la sua lenza.










5. Il Fuji visto dal passo di Mishima

 

 

 

Hokusai rappresenta in questa xilografia i giardini del tempio zen Ryûganji a Edo. Un gruppo di pellegrini mangiano all'aperto, mentre un uomo camina in compagnia di un bambino a cui mostra il sacro vulcano. In primo piano vediamo la vegetazione verde ricca di pini e sullo sfondo la figura ieratica del Fuji.

 

 


 

 

 

 

 

 

6, La costa delle sette leghe a Kamakura

 

Anche se il Monte Fuji è intenzionalmente l'elemento centrale ed onnipresente di queste 46 xilografie a colori, il rapporto uomo-natura è quanto emerge maggiormente da questa splendida opera al cui successo concorse anche la sapiente utilizzazione di un colore come il blu di Prussia e l'uso della prospettiva.
Il blu di Prussia, un pigmento importato dall'Olanda, il solo paese europeo con cui il Giappone intratteneva rapporti commerciali sin dal XVII secolo ebbe un grande successo tra i pittori giapponesi, malgrado la sua origine sintetica ed il suo prezzo piuttosto elevato. Utilizzato per la prima volta da Ooka Shunboku nel 1829 fu impiegato anche da Hokusai nelle sue stampe di maggior successo come La grande onda di Kanagawa, Il lago di Suwa nella provincia di Shinano, La spiaggia di Shichirigahama nella provincia di Sagami. L'editore di questa opera di Hokusai prima della versione a colori pubblicò persino una versione delle stampe puramente in blu.


7, Senju nella provincia di Musashi

 

 

Il primo piano è occupato in questa xilografia da un contadino e dal suo cavallo munito di basto carico di erbe. L'uomo sta ammirando il monte Fuji che si intravede dietro lo scheletro di una casa in costruzione. Sul lato sinistro vediamo due pescatori intenti a pescare con due canne sottili. Il contadino ha catturato un granchio che tiene legato alle redini del suo cavallo e che offrirà sicuramente ai suoi figli.



 


 

 

 





8, La Tama nella provincia di Musashi

 

 

Questa xilografia è costruita su tre piani rappresentati rispettivamente dalla riva, il fiume ed il cielo e che danno alla composizione una grande serenità. Le correnti e le onde sono schematizzate secondo la tradizione estetica giapponese con dei semplici tratti. Il monte Fuji erige la sua imponente massa sullo sfondo contribuendo ancor più a dare tranquillità e sollennità alla scena dove sono rappresentati dei semplici e umili contadini e pescatori intenti nel loro lavoro.

 

 

 

 

 

 

 

 





9, Il passo di Inume nella provincia di Kai

 

 

 

 

 

 

 


10, Il Fuji visto dalla provincia di Owari









11, Il tempio di Asakusa Honganji nella capitale orientale.







12, L'isola Tsukada nella provincia di Musashi








13, La spiaggia di Shichiri nella provincia di Sagami









14, Umegawa nella provincia di Sagami







15, Il pescatore di Kajikazawa









16, Il passo di Mishima nella provincia di Kai.








17, Il lago Suwa nella provincia di Shinano







18, Ejiri nella provincia di Suruga







19, Il Fuji visto dalle montagne della provincia di Totomi








20, Ushibori nella provincia di Hitachi







21, Uno schizzo dei magazzini Mitsui sulla strada Suruga  Edo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

22, Tramonto attraverso il ponte di Ryogoku dalla rive della Sumida a Onmayagashi










 

 

23, Terrazza Sazai, il tempio di 500 Rakan









24, Casa del tè a Koishikawa, il mattino dopo una caduta di neve



 





25, Shimomeguro


 

 

 






26, Mulino a Onden










27, Enoshima nella provincia di Sagami





 




28, Costa della baia di Tago, Ejiri nella regione di Tōkaidō






 



29, Yoshida nella regione di Tōkaidō

 




 

 

 


30, La strada marittima della provincia di Kazusa

 

 

 

 

 

 

 


31, Il ponte di Nihonbashi a Edo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

32, Il villaggio di Sekiya sulla Sumida

 

 

 

 

 

33, La baia di Noboto

 


 

 

 

 


 

 

34, Il lago di Hakone nella provincia di Sagami

 

 

 

 


 

 

 

35, Riflesso del monte Fuji nel lago Kawaguchi, visto dal colle Misaka nella provincia di Kai

 

 

 

 

 

 


 

 

 

36, Hodogaya sul Tōkaidō

 

 

 

 


 

 

 37--La-scierie-a-Honjo.jpg

 37, La segheria a Honjo

 

 

38--Nakahara-dans-la-province-de-Sagami.jpg

 38, Nakahara nella provincia di Sagami

  

  

 

 

 

[SEGUE]



[A cura di Massimo Cardellini]



Link da cui abbiamo ripreso le immagini collocati in questo post:
wikipedia. Views_of_Mount_Fuji_(Hokusai)

Link ad un'opera integralmente sfogliabile on line di Hokusai:
Complete  Hokusai

 

LINK ad una panoramica dell'opera dal sito della BNF:
Les trente-six vues du Mont Fuji

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Letteratura&Grafica
  • Letteratura&Grafica
  • : Documentazione dei processi di sintesi e di interazione profonda tra arte grafica e letteratura nel corso del tempo e tra le più diverse culture.
  • Contatti

Link