Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
18 febbraio 2009 3 18 /02 /febbraio /2009 11:00

 La immagini artistiche della casa Quantin


Creata nel 1886 con l'obiettivo di superare "i vecchi soggetti rozzamente illustrati che hanno fatto la gioia dei nostri padri" [1], la "stamperia artistica" di casa Quantin si distingue dalle altre ed apre una nuova era dell'edizione infantile.

Colpire la giovane intelligenza

La casa editrice parigina rivela immediatamente una certa qualità e si fa campione dell'educazione dell'occhio del bambino: "le imagini dei libri e degli album sono in qualche modo la prima figurazione artistica che colpisce una giovane intelligenza: importa dunque al sommo grado che non sia falsata sin dall'inizio [2]." Presenta nel 1886 la sua nuova produzione di "Immagini Artistiche" come una collezione di immagini ad un soldo, di un genere cpmpletamente nuovo, umoristico ed infantile ad un tempo [3]".

Questa risoluzione artistica, Quantin protrà far fronte grazie ai progressi dei processi diretti dell'incisione e soprattutto della cromotipografia, che faranno il successo e la stima di queste opere illustrate. Questi procedimenti permettono anche all'editore-tipografo parigino di offrire delle illustrazioni a colori di qualità a buon mercato.


I migliori artisti dell'epoca

Dal punto di vista artistico, Quantin fa appello ai "migliori artisti" per richieder loro "dei disegni di un genere del tutto nuovo, comici o fantastici, ma sempre alla portata dei bambini [4]". Questi disegnatori sono coloro che pubblicavano sino ad allora le lero storie ad immagini sulla stampa satirica illustrata (La Caricature, Le Chat Noir o anche Le Courrier Français). A mano a mano che si costituiscono le "Immagini Artistiche", Quantin recluta più di un centinaio di artisti. Tra quelli più in voga al momento si trovano: Steinlen, Job, Caran d'Ache, Christophe, Godefroy, Louis Döes, Tiret-Bognet, Albert Robida, Raymond de la Nézière, O'Galop, Benjamin Rabier, Henri de Sta e anche Francisque Poulbot.

Grafismo moderno, composizione liberata, testi allegati, temi nuovi: come era accaduto sulla stampa adulta, questa nuova generazione rivivifica le formule grafiche delle storie ad immagini dell'illustrazione infantile.

Quantin, inoltre apre anche in modo irreversibile l'editoria francese per ragazzi alle storie ad immagini. Le "Immagini Artistiche" innescano un fenomeno che assume ampiezza a mano a mano del passare degli anni: la stampa infantile finirà per vampirizzare alla svolta del secolo gli autori di storie ad immagini, racchiudendo tra le sue pagini questo modo di espressione per numerosi anni.

Le immagini della casa Quantin non sembrano aver subito un declino. Fu vittima brutale di una crisi più generale che toccò il mondo dell'editoria francese a partire dal 1890. Certamente, essa prosegue con l'editore Louis Martinet sino al 1930, ma sotto forma di riedizione di qualità inferiore. Oggi, ci resta un insieme di più di 400 tavole di immagini da riscoprire e ricollocare nella storia del fumetto.





Studio, inventario e digitalizzazione

Un insieme di più di 200 documenti di stampa delle Immagini Quantin è stata acquistata dal Musée de la bande dessinée [Museo del fumetto] di Angoulême nel 2002. Dopo aver digitalizzato l'anno scorso  i quaderni e gli albi di Alain Saint-Ogan, La Città internazionale del fumetto e dell'Immagine si dedicano oggi alla digitalizzazione di questo fondo Quantin. Disegni originali e prove di stampa saranno prossimamente visibili sul sito della Città. Aspettando, il sito Aliénor (sito del Consiglio dei Musei di Poitou-Charentes) propone un dossier di introduzione che permette di saperne di più su queste "Immagini Artistiche".





Per saperne di più sulle Immagini Quantin, vi rinvio al mio articolo:  «The Imagerie Artistique of the Maison Quantin », Signs. Studies in graphic narratives, n°1, 2007. Un supplemento a questa rivista è stato edito nel 2008: classifica la totalita delle 420 tavole- titoli e artisti- di queste Immagini. 

 

 

1. Pubblicità apparsa neò supplemento letterario di Figaro del 19 dicembre 1891.
2. Bulletin de la Maison Quantin (Cie Générale d’Impression et d’Édition), [Notiziario della Casa editrice Quantin (Compagnia Generale di Stampa e Edizione)], n°2, maggio-giugno 1886.
3. Idem.
4. Idem.


Antoine Sausverd



[Traduzione di Massimo Cardellini]


Link al post originale:
L'Imagerie Artistique de la maison Quantin

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Letteratura&Grafica
  • Letteratura&Grafica
  • : Documentazione dei processi di sintesi e di interazione profonda tra arte grafica e letteratura nel corso del tempo e tra le più diverse culture.
  • Contatti

Link