Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
5 settembre 2009 6 05 /09 /settembre /2009 13:50

 

 

Thomas Rowlandson

Tre viaggi alla ricerca del pittoresco, di consolazione e di una moglie.

 

 


Il negozio di stampe di Rudolph Ackermann, 1809 di anonimo.

Nel 1809, Thomas Rowlandson propose ad Ackermann, libraio ed editore notissimo, dei disegni che rappresentavano un vecchio maestro di scuola, che preso da passione per le belle arti, si lancia in una ricerca sfrenata del pittoresco in mezzo agli spettacolari paesaggi del nord dell'Inghilterra.


Ackermann, stava per pubblicare una rivista di versi romantici, genere molto alla moda all'epoca e per cui ricercava delle immagini attraenti. Gli venne l'idea che quelle che gli aveva proposto Rowlandson erano molto adatte al suo Poetical Magazine, se avesse potuto trovare un testo per "illustrarle".


 

 

King's Bench Prison, luogo di detenzione per debitori.

William Combe, l'autore dei testi di Dr. Syntax,

trascorse quarant'anni della sua vita in questo perimetro.

Per scrivere questo testo, Ackermann ricorse a William Combe (1841-1823), uno scrittore molto vecchio, condannato per debiti, che viveva da più di trenta anni in semi libertà, in un appartamento situato vicino alla prigione del Re, da cui non aveva il diritto di allontanarsi per più di alcune centinaia di metri.

 

Combe accettò la proposta di buon cuore ed un accomodamento fu trovato secondo il quale l'artista doveva far giungere un disegno ogni mese a Combe che avrebbe composto un testo versificato a partire da esso.

 

Stando allo stesso Combe, sembra che il disegno sia stato fornito senza altra spiegazione, lo scrittore aveva l'incarico di illustrare in versi un'immagine di cui ignorava in realtà, l'intenzione originaria. Combe chiama "illustrazione metrica" questa curiosa procedura di scrittura che testimonia di un’epoca in cui gli illustratori stavano assumendo sempre di importanza nell’editoria (si sta entrando nell’età dell’illustrazione romantica).

 

 

Questa modalità di collaborazione molto strana e stramba sembrava tuttavia essere conveniente ai due autori che non si sono mai incontrati di persona. Dopo la sua pubblicazione a puntate nel "Poetical Magazine", il primo viaggio del dottor Syntax fu pubblicato sotto forma di libro nel 1812 da Ackermann. Questa prima edizione rapidamente esaurita, conmobbe nei dodici successivi mesi ben cinque ristampe di grande formato.

 

Nel secondo decennio del Ottocento, la serie del Dr. Syntax conobbe un successo formidabile. Il suo esempio dimostrò agli artisti ed agli editori a qual punto un personaggio grafico poteva diventare popolare presso il pubblico, anticipando le operazioni di merchandising oggi associate ai personaggi del fumetto. Gli inglesi acquistavano dei cappelli, degli indumenti Dr. Syntax, dei boccali, delle bambole, ecc. Si videro anche le ampie parrucche dei tempi andati tornare di moda.

 


 

Syntax fu anche copiato senza vergogna in Inghilterra ed all'estero. Si vide comparire un "Viaggio del Dottor Syntax a Londra"; "Il Dottor Syntax a Parigi alla ricerca del Grottesco"; "La vita di Napoleone secondo il Dottor Syntax" e "Dottor Prosodia"; mentre in Germania, un certo Fred Hempel scriveva sotto lo pseudonimo di Peregrinus Syntax.

 

Il viaggio del Dr. Syntax alla ricerca del Pittoresco fu tradotto con il titolo di "Die Reise des Doktor Syntax, ins Deutsche über-tragen", (Berlino 1822). Esiste anche un adattamento in francese con delle molto belle interpretazioni alla matita litografica delle immagini di Rowlandson: "Il Don Chisciotte Romantico o viaggio del Dottor Syntassi alla ricerca del Pittoresco e del Romantico", poema in XX canti, liberamente tradotto dall'inglese e decorato con 26 incisioni dal signor Gandais, Parigi, presso l'autore, presso Pelicier, 1821.

 

In seguito a questo successo roboante, Rowlandson, Ackermann e Combe si sbrigarono evidentemente di proseguire questa collaborazione editoriale, una delle più fruttuose dell'epoca.

 

Le vendite del primo Dr. Syntax diminuendo progressivamente verso la fine del secondo decennio del XX secolo, dopo una spettacolare serie di ristampe, Ackermann propose a Rowlandson e Combe di preparare una seconda serie, con il titolo "Il dottor Syntax cerca una consolazione". Il romanzo a puntate terminò nel 1820 e benché il suo successo fu minore di quello del primo "viaggio", fu riedito diverse volte.

 

 

Il successo fu tale che Ackermann richiese immediatamente all'artista ed all'autore un terzo "viaggio", questa volta alla ricerca di una moglie. Come il precedente, lo si editò dapprima sotto forma di una storia a puntate mensili e l'opera ebbe di nuovo successo presso il pubblico.

 

Ci limitiamo, ovviamente a riprodurre le illustrazioni tratte dal sito citato al link in fondo al post. Chi volesse invece leggere l'opera, per intero, cioè i versi scritti appositamente da William Combe, può farlo cliccando qui, verrete reindirizzati al potentissimo sito in continua espansione di Internet Archive e precisamente ad un'edizione dell'opera del 1903.

 

 

 

 




























































































































































































































































































































































































[A cura di Massimo Cardellini]


Link al post originale:

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Letteratura&Grafica
  • Letteratura&Grafica
  • : Documentazione dei processi di sintesi e di interazione profonda tra arte grafica e letteratura nel corso del tempo e tra le più diverse culture.
  • Contatti

Link