Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
22 aprile 2009 3 22 /04 /aprile /2009 12:41

Le conseguenze di Capodanno

 

 


1



 

 

 

 

 

 

 

  2

 


Caran d’Ache, Les suites du Jour de l’an [Le conseguenze di Capodanno], La Revue Illustrée n°27, du 15 gennaio 1887.

 

 

 

 

Una storia senza parole d'epoca per cominciare quest'anno nuovo! Le conseguenze di Capodanno è l'opera di Caran d'Ache e fu pubblicata in La Revue Illustrée n° 27 del 15 gennaio 1887 [1].

 

Torcendosi per i dolori, conseguenza degli eccessi della vigilia, un uomo ordina a sua moglie di chiamare un medico. Questi arriva, ascolta il paziente, procede al suo esame poi alle cure che consistono in un clistere [2]. Dopo Molière, Caran d'Ache si diverte con questo rimedio: sotto la matita del disegnatore, questa operazione delicata si effettua in tutto pudore dietro un paravento il che non impedisce di lasciare sfuggire alcuni dettagli comici di questa scena nascosta, soprattutto per via del cane... Curato e soddisfatto dei suoi servizi, il nostro uomo onora il suo salvatore ed il focolare ritrova la sua armonia.

 

Con questa storia, Caran d'Ache strizza di nuovo l'occhio a Wilhelm Busch [3]. Ma questa volta l'autore di Max und Moritz sembra aver ispirato di più il Francese...

 

Innanzitutto, Busch ha disegnato diversi Münchener Bilderbogen prendendo come cornice il veglione di San Silvestro e le conseguenze dei suoi abusi. È il caso del foglio n° 510 del 1870 intitolato Der Morgen nach dem Sylvesterabend [4]. In questa storia, Busch narra dettagliatamente il giorno successivo di un tizio che ha partecipato ad un veglione: alcuni dolori, mal di testa, gola secca, incidenti domestici dovuti ad un ritorno al focolare tumultuoso... Unici rimedi che il nostro festaiolo ha per riprendersi: un'abluzione rinfrescante ed un bicchiere di bitter!

 

 

 Wilhelm Busch, Der Morgen nach dem Sylvesterabend, Münchener Bilderbogen, n° 510 de 1870.

 

 

 

 

 

 

La sequenza del festaiolo mentre effettua la sua toilette dietro un drappo ricorda quella di Caran d'Ache che si svolge dietro un paravento. Un altro Münchener Bilderbogen di Busch utilizza egualmente questo genere di copertura: il n° 412, Das warme Bad (Un bagno caldo) del 1866. Giocando sul pudore di questa scena, il Tedesco nasconde a metà questa sequenza acquatica con l'aiuto di una tenda tesa su un filo. Notate anche i movimenti del cane in questa tavola, Caran d'Ache se ne ispirerà nel 1887.

 

L'ultima storia a il disegnatore francese si è certamente ispirato è intitolata  Der hohle zahn » (Un dente rovinato), le Münchener Bilderbogen n° 330 del 1862 [5]. Wilhelm Busch mette in scena un uomo colto all'improvviso, durante il pasto, da un grande mal di denti. Non trovando nessun mezzo per alleviare questo dolore si risolve a recarsi da un dentista. Lasciamo degli specialisti dell'arte dentaria esporci il seguito: "Il paziente è seduto su di un semplice sgabello e l'esame endo-orale è rapido, la gestualità di presa in mano e di azione della chiave di Garangeot, accuratamente orchestrata, così come l'avulsione del dente causale, realizzata con maestria..." [6]. Il paziente curato e riconoscente onora il suo medico e torna al suo pasto.

Di questa storia Der Hohle zahn, due elementi grafici si ritrovano chiaramente nel Francese: innanzitutto il fez, copricapo alla moda alla fine del XIX secolo presso gli Occidentali, portato dal dentista teutonico e che si ritrova sulla testa del malato in Caran d'Ache. Poi la scena della retribuzione che è quasi identica, con la stessa espressione di falsa modestia presso il corpo medico... 

 

 

 

 


Le conseguenze di Capodanno di Caran d'Ache sarebbe dunque un condensato di questi Bilderbogen. Pur aggiungendo la sua impronta, il disegnatore traspone così l'intervento salvifico di un medico nel quadro dell'indomani del veglione di Capodanno. Caran d'Ache centra la sua storia sull'attività del dottore, che si svolge non più presso il paziente ma al suo domicilio. Il disegnatore è nel 1887 all'inizio della sua carriera. Ancora influenzato dal maestro tedesco, questa tavola prova comunque l'originalità di Caran d'Ache che evidenzia ed impone il suo stile.


 

 

NOTE

[1] Questa storia sarà raccolta nell'albo Fantaisies [Fantasie], edito dalla Librairie Ludovic Baschet (lo stesso editore di La Revue Illustrée [La Rivista Illustrata]) nel 1890. La si ritrova egualmente pubblicata in L'Echo de Paris Littéraire et Illustrée, n° 50, del 8 gennaio 1893.

 

[2] Antico rimedio, il clistere è un lavaggio. Si effettuava all'epoca con un tubo o clisopompa, specie di grande siringa in stagno.

 

[3] Sette anni dopo queste tavole, Caran d'Ache si riapproprierà di una storia di pulce del Tedesco per darne la proprria versione: Vedere a questo proposito l'articolo pubblicato in precedenza: Le chien, la puce et le(s) maître(s). [Consultabile sul nostro blog Letteratura&Grafica a questo link: Il cane, la pulce ed i(l) padroni(e)].


[4] Due altre storie sullo stesso tema sono riprodotte nell'opera Wilhelm Busch. Histoires dessinées apparso presso Horay nel 1980: La nuit de la Saint-Sylvestre [La notte di San Silvestro] del 1863 (p. 52) e Un Tentative qui fait long feu [Un tentativo andato troppo per le lunghe] del 1867 (p. 96), senza altri dettagli sul loro titolo e pubblicazione d'origine.

[5] I disegni originali di questa storia sono consultabili sul sito comicforschung.de: http://www.comicforschung.de/platinum/toothbusch_nz.html

[6] MIcheline Ruel-Kellermann e Roger Guichard, Douleurs dentaires aïgues et psychosomatiques mises en scène par Wilhelm Busch, le père de la Bande Dessinée [Dolori dentari acuti e psicosomatiche messe in scena da Wilhelm Busch, il padre del fumetto] Conferenza presentata durante il Congresso della Société française d'Histoire dentaire, a Marsiglia il 23 e 24 giugno 2000:  http://www.bium.univ-paris5.fr/sfhad/vol5/art05/corps.htm.



 ANTOINE SAUVERD

 

 
[Traduzione di Massimo Cardellini]

 


Link al post originale:
Les suites du jour de l'an

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Letteratura&Grafica
  • Letteratura&Grafica
  • : Documentazione dei processi di sintesi e di interazione profonda tra arte grafica e letteratura nel corso del tempo e tra le più diverse culture.
  • Contatti

Link